it

Sviluppare economie verdi inclusive: PAGE Green Economy Academy

Un dialogo politico di alto livello e una Knowledge Fair hanno inaugurato la "Accademia globale 2016 sull'economia verde", con lo scopo di sviluppare economie verdi inclusive".

Il Direttore Generale dell'ILO, Guy Ryder, ha aperto la seconda edizione dell'Accademia PAGE sulla Green Economy, che si svolge presso il Centro Internazionale di Formazione dell'ILO (ITCILO), Torino, dal 3 al 14 ottobre. Egli ha sottolineato, "Il lavoro dignitoso è sia un mezzo e una fine nel contesto di obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (OSS). Vi è un crescente riconoscimento che i cambiamenti climatici e il suo potenziale impatto sulle imprese ei lavoratori potrebbero invertire il progresso economico e sociale raggiunto nel corso dei decenni - e compromettere la possibilità di raggiungere molti degli OSSs".


Il Ministro del Lavoro, della Previdenza Sociale e Sviluppo Risorse Umane delle Barbados, Dr. Esther Byer Suckoo, nel suo discorso ha sostenuto questa osservazione affermando "Lo sviluppo non può essere sostenibile, se è a scapito di qualcun altro. Deve essere equo, tutti devono essere coinvolti e tutti devono trarre beneficio da esso". Ha poi aggiunto "L'obiettivo 8 mette lo sviluppo delle persone e delle famiglie al centro dello sviluppo sostenibile".

Il dialogo politico ad alto livello sul tema: "Il futuro del lavoro nella transizione verso l'economia verde Inclusiva" ha aperto l'Accademia, he presenta i risultati più recenti della politica e della ricerca e contributi da istituti di ricerca come il Club di Roma, il Grantham Research Institute sui cambiamenti climatici e la protezione dell'ambiente, e McKinsey.


Le discussioni hanno evidenziato che gli effetti del cambiamento climatico sono diverse in tutto il pianeta e che sono in gioco molti posti di lavoro dipendenti dalle risorse . Eppure, esistono miriadi di esempi di modelli circolari di business verdi,  a livello globale in tutti i settori, che possono essere replicati e adattati ai diversi contesti locali. Ma, naturalmente, le politiche e gli incentivi contano per liberare tale potenziale e sostenere il loro finanziamento.

Il ruolo dello sviluppo delle competenze e della formazione professionale è fondamentale per dotare i giovani e preparare il mercato del lavoro per una tale transizione, dato che 600 milioni di posti di lavoro dovranno essere creati nel corso dei prossimi decenni.


Riconoscendo l'importanza del rapporto di lavoro e l'impatto distributivo nella transizione verso economie più verdi e la necessità di garantire una transizione equa per le imprese, i lavoratori e le comunità, i risultati di questo dialogo politico contribuiranno all'iniziativa  dell'ILO sul futuro del lavoro.


Una Knowledge Fair sulle "Soluzioni inclusive di economia verde" ha seguito il 4 ottobre, offrendo la possibilità di condividere e discutere strumenti e iniziative di  migliori pratiche a livello nazionale e globale e di beneficiare dell'esperienza reciproca, per sviluppare nuove strategie per economie ambientalmente sostenibili e socialmente inclusive.


L'evento di due giorni si è concluso sottolineando l'importanza dei partenariati per promuovere una conoscenza condivisa e promuovere un'azione congiunta per strategie efficaci.


L'evento riunisce più di 150 partecipanti provenienti da oltre 35 paesi. Ministri e responsabili decisionali di alto livello da paesi a basso reddito, emergenti e paesi industrializzati, insieme con i rappresentanti del settore privato, la società civile e le organizzazioni dei lavoratori, si uniranno ad alti funzionari dell'OIL e altre agenzie PAGE  (UNEP, UNIDO, UNDP e UNITAR ) e partner nazionali.


Organizzata nel quadro del partenariato delle Nazioni Unite per l'azione sulla Green Economy (PAGE), questo evento di due settimane ha lo scopo di consolidare le attuali conoscenze e favorire lo scambio di pratiche tra i paesi e le organizzazioni, per costruire economie sostenibili ambientalmente e socialmente inclusive.



International Training Centre of the ILO

Viale Maestri del Lavoro, 10
10127 Turin - Italy

Contattaci