it

Edward Mutabazi

Edward Mutabazi, docente all’Istituto di Managament dell’Uganda (UMI): “Ho avuto la fortuna di assistere ai corsi Participatory Labour Law Making dal 22 giugno al 3 luglio 2009.

Ho trovato il metodo utilizzato durante il corso molto utile. Le esperienze e le pratiche di alcuni paesi molto avanzati in materia di legislazione del lavoro mi hanno motivata e stimolata. Ma è stato anche interessante imparare dalle esperienze degli altri paesi e dai metodi utilizzati dai diversi gruppi tripartiti.

Un altro elemento che mi ha colpito in maniera positiva è stata la libera condivisione tra i partecipanti. Un’esperienza molto fruttuosa. Per quanto riguarda le tematiche affrontate, sono fermamente convinto che tutti gli argomenti trattati fossero approfonditi, pertinenti e molto utili. Non dimentico il metodo stimolante con cui venivano tenuti i corsi con i facilitatori."

In seguito, ho avuto occasione di incontrare sindacati in Uganda (della National Organisation of Trade Unions, Organizzazione nazionale dei sindacati) e di spiegare loro cosa succedesse negli altri paesi. Sono felice che da allora due membri di questa organizzazione abbiano partecipato a formazioni del CIF-OIL per imparare buone pratiche e migliorare la valutazione dei risultati. Inoltre, da quando sono tornato da Torino, il mio approccio alle leggi del lavoro e alle relazioni industriali è cambiato e sono in grado di individuare e di attenermi alle buone pratiche, alle varie convenzioni dell’OIL e alle raccomandazioni di esperti sui diversi temi. Grazie a tutto ciò, ho migliorato il mio metodo di insegnamento, il livello di comprensione dei miei alunni e la fiducia con cui faccio riferimento ai vari casi di studio su svariate tematiche. E tutto questo dopo due settimane a Torino!

In riferimento agli aspetti dello sviluppo istituzionale ho di recente redatto un progetto per lo sviluppo del materiale didattico per il National Union of Disabled Persons of Uganda (NUDIPU, Unione Nazionale dei portatori di handicap in Uganda). Per le conoscenze che avevo acquisito durante il corso al CIF-OIL, tale proposta venne valutata come eccellente e pertinente. Ho potuto analizzare di persona come le problematiche riguardanti l’handicap e la legge in Uganda potessero essere affrontate facendo uso di strumenti di formazione. Alla fine di marzo 2010 ho organizzato una formazione « Engendering the fight against Tripanosomiasis » (Sostenere la lotta contro la malattia del sonno), e una delle principali problematiche si riferiva ai mezzi con cui emanare nuove leggi a favore dell’integrazione femminile con cui evitare ogni forma di discriminazione legata al genere. Grazie alla formazione acquisita a Torino, sono stato in grado di tenere con successo questo corso.

Da quando ho lasciato Torino, mi hanno contattato quasi cinque membri del Parlamento ugandese per condividere con loro idee e risorse nel settore della legislazione del lavoro. È in corso un progetto di legge sul salario minimo. Si discute anche della questione relativa alla realizzazione dell’attuale legislazione sul lavoro. Vari articoli della legislazione sono però stati rimessi in discussione nei tribunali. Parecchi membri del Parlamento sono impazienti di essere messi al corrente su certi problemi. Ho condiviso i documenti che mi ero procurato a Torino e le valutazioni sulla loro qualità e pertinenza sono molto positive. Un funzionario dell’amministrazione giudiziaria sostiene/afferma: « questo materiale mi aiuta a capire meglio le pratiche usate negli altri paesi e mi ha aperto gli occhi sulle convenzioni ratificate dall’Uganda, grazie a questo sono riuscito a prendere più facilmente alcune decisioni ».

I miei colleghi che insegnano diritto del lavoro all’UMI hanno anche apprezzato il fatto che questo materiale permetta loro di trasmettere ai nostri partecipanti informazioni aggiornate e diversificate. All’Institut de Management dell’Uganda, seguo due studenti della Specialistica che studiano le problematiche relative al diritto del lavoro : uno dei due studia i fattori che colpiscono la conformità delle leggi del lavoro con le organizzazioni parastatali ugandesi, l’altro analizza le difficoltà riscontrate dal governo nella sua azione per la realizzazione delle leggi sul lavoro in vigore. Adesso capisco meglio l’importanza delle loro ricerche e li posso indirizzare con maggiore competenza. La mia esperienza torinese ha potenziato le mie competenze e migliorato il mio approccio ai problemi della legislazione del lavoro in vigore in Uganda.

Da quando sono tornato da Torino, ho voglia di tornarci per  acquisire maggiori conoscenze e esperienze. Ho l’impressione di non aver ancora terminato e ho capito che più si sta a Torino, più si ha voglia di rimanere, grazie all’atmosfera amichevole, ai facilitatori e al personale in generale. A partire dall’entrata del campus alle aree ristorazione, alle camere, alle sale di lettura e agli altri spazi, il CIF-OIL non ha solo profondamente migliorato le mie conoscenze e le mie competenze, ma anche i miei comportamenti e le mie relazioni. Nel dicembre 2009, ho partecipato a un colloquio di valutazione con il mio immediato supervisore che ha effettivamente accennato al fatto che dal mio ritorno da Torino il mio comportamento e le mie prestazioni ne abbiano tratto vantaggio. Sono sicuro che il mio istituto ha tratto beneficio investendo nella mia formazione a Torino.

Cosa dovremmo fare in futuro per mantenere la nostra rete e continuare a condividere nuovi parametri e gli eventi che colpiscono i nostri paesi di volta in volta? Vorrei far notare che non rimpiango di aver partecipato a questo corso del CIF-OIL. Infatti, aspetto con impazienza di poterci tornare in un futuro prossimo. Ne parlo sempre con i miei alunni e con i miei amici per incoraggiarli a partecipare ai corsi del CIF-OIL. È un’esperienza unica. Mi raccomando, continuate così! ”


Edward Mutabazi
Immagine corrente Immagine JPEG — 4 KB

International Training Centre of the ILO

Viale Maestri del Lavoro, 10
10127 Turin - Italy

Contattaci