it

Richiesta di consulenza

Il primo campo d’azione del Responsabile delle questioni etiche consiste in una funzione consultiva. Il Responsabile delle questioni etiche consiglia i membri dell’amministrazione e del personale in merito a questioni etiche e alle regole che si applicano alle attività esterne. Si tratta di una funzione a 360 gradi, poiché include sia l’amministrazione che i funzionari, i cui interessi non necessariamente coincidono.

La consulenza non è destinata a sostituire i procedimenti esistenti, in particolare quando si tratta di attività esterne, ma piuttosto a fornire ai funzionari interessati consigli prima di intraprendere un'eventuale azione.

In teoria, l’Ufficio del responsabile delle questioni etiche non è autorizzato a ricevere segnalazioni di mancanze. Le segnalazioni di mancanze ricevute dal Responsabile delle questioni etiche vengono trasmessi al servizio adeguato. Tutti i membri del personale sono obbligati a segnalare i casi di mancanze presunte all’apposito servizio (per es. all’HRS o al Tesoriere).

Inoltre, il Responsabile delle questioni etiche non si occupa delle decisioni amministrative in materia di lavoro e non è a lui che spetta la risoluzione di controversie. In caso di conflitto, si tende a incoraggiare i membri del personale a chiedere il parere imparziale e autonomo del Mediatore, oppure possono richiedere che il loro caso venga esaminato dai servizi di risorse umane (HRS) e, come ultima risorsa, fare ricorso al Tribunale amministrativo dell’OIL.

International Training Centre of the ILO

Viale Maestri del Lavoro, 10
10127 Turin - Italy

Contattaci